Pensieri di un amico

Riprendo dal blog di Luigi, Ratei passivi, un pensiero che ha scritto per noi dopo aver letto il nostro libro.
Certe amicizie, certi legami, certi affetti sono inspiegabili.
Ti domandi come facciano a sopravvivere anche senza essere alimentati in maniera particolarmente assidua, e poi ti ricordi che c’è di mezzo la preghiera reciproca, la com-passione per i dolori gli uni degli altri, la speranza che le cose migliorino e si sistemino, la semplicità con cui, ciascuno a suo modo, anche solo con una foto buffa o un’icona di whatsapp, si manifesta di tanto in tanto per ricordare all’altro che c’è. E tanto basta.

di Luigi Tabarini

Man mano che scorrevo le righe delle prime pagine mi rendevo conto di entrare nell’intimità di una famiglia, seppur di amici, nel suo dolore, nella sua lotta contro la malattia, nella sua visione della Fede. Per questo motivo mi sentivo un po’ intimidito e a volte fuori luogo. Cosa c’entro io? Che diritto ho di leggere questo libro dal basso della mia misera vita, vita piena di errori e di superficialità? Nello stesso tempo, leggendo, si rafforzava il mio legame con tutti, Filippo, la mamma, Francesco, Giovanni in modo minore essendo arrivato dopo ma soprattutto con il papà immedesimandomi più facilmente per comunanza di ruoli.

Ho respirato la loro normalità, la loro impotenza, la loro forza, il loro affidarsi l’uno all’altro e ognuno a Dio. Ho sentito il loro respiro mancare e il loro cuore palpitare ogni volta che le notizie non erano quelle che speravamo tutti. Avevo conosciuto Filippo attraverso Anna, lui era ancora qui tra noi e avevo coinvolto la mia famiglia nelle preghiere. Quello che è rimasto nel mio cuore dopo questa lettura è la domanda ultima sulla sofferenza, il perché di questa. Non ho soddisfatto questo dilemma, forse ho solo la più chiara consapevolezza che come dicono Anna e Stefano, la croce va abbracciata per non esserne sopraffatti. Solo abbracciandola, pur rimanendo il mistero, avremo la pace del cuore, una serenità per continuare a vivere in un legame con Dio, la Vita Eterna, il nostro Filippo e i nostri cari. Un’altra cosa che si percepisce da questo libro è il legame tra le persone, anche di chi si incontra quasi casualmente lungo il cammino, l’importanza di ogni singola persona, di ogni singolo gesto. Tutto ciò rimanda al grande progetto di Dio sull’umanità, sulla fratellanza e sulla solidarietà come se tutti fossimo compartecipi nella realizzazione di qualcosa che ancora non comprendiamo appieno.

Una risposta a "Pensieri di un amico"

Add yours

  1. Bellissima e partecipata questa testimonianza di Luigi T.
    Dal canto mio, pressato da impegni cogenti, ho potuto leggere solo le tre pagine costituenti la prefazione del teologo Don Luigi Maria Epicoco (stupefacente) e, gia’ da queste prime battute, ho compreso che codesta lettura non potra` che essere un ulteriore fonte di arricchimento spirituale. E scusate se e` poco!

    S

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Anna Vercors

Che val la vita se non per essere data? (P. Claudel)

"Semplicemente insieme" Lucetta

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

Polar adventures

Flavia & Cecilia: 40 giorni in antartide

La mia pasticceria

"Non c'è nessun dolce che può accontentare il palato se non è raccontato."

Emozioni: idee del cuore

Raccontare le emozioni tra le pareti della Sala Operatoria e della mia vita.

Immaginiluoghieparole

Alcune prima, altre dopo...

Breviarium

si qua virtus et si qua laus

Annalisa Teggi

ascolto - guardo - scrivo

Una casa sulla roccia

Cercando il vero, il buono, il bello...

Ratei passivi

Dinamiche interpersonali, di coppia, sociali

La fontana del villaggio

diario di un curato di città

Il blog di Giorgia Petrini

Credo in un solo Dio. Su tutto il resto pongo domande.

TRENTAMENOUNO

...Ancora un passo avanti...

paolabelletti

Vivo, penso, scrivo, posto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: