Siamo frutti del vostro albero

Alla comunità della Parrocchia di San Giovanni Battista De Rossi di Roma
nel giorno del secondo anniversario della nascita al Cielo di Filippo


di Stefano Bataloni

Cari amici,

siamo di nuovo qui, io e Anna, insieme a voi, a ricordare il nostro Filippo, che proprio in queste ore, due anni fa, ci ha lasciato per salire alla casa del Padre, per nascere in Cielo.

Perché facciamo questo?

Certamente perché vogliamo fare memoria di lui, vogliamo pregare per la sua anima; lo facciamo perché sappiamo che lui vive. Ma lo facciamo anche per ringraziare Dio della dolcezza e della serenità che abbiamo ricevuto e conosciuto dopo la sua morte, e per dare una piccola testimonianza di questo.

Come si fa a vivere con dolcezza e serenità una perdita così grande? Beh, devo dirvi, ancora oggi, pure noi, non lo abbiamo capito fino in fondo.

All’inizio è stato chiaro, evidente, che rifiutando la croce che avevamo di fronte saremmo sprofondati nel baratro, nell’inferno. E, credetemi, avendo frequentato gli ospedali per tanti anni, di mamme e di papà che erano caduti in quel baratro, perché non accettavano la malattia del loro figlio, perché non erano sostenuti dal dono della fede, forse perché lasciati soli…ne abbiamo visti tanti. Il dolore senza fine e senza speranza viveva nei loro occhi.

Poi, col tempo, piano piano, giorno dopo giorno, nonostante le nostre misere forze, è maturato in noi quel “Signore mio, eccomi! Sia fatto di me secondo la tua volontà”. Col tempo abbiamo compreso di essere inseriti all’interno di un progetto di Amore infinito, un progetto che includeva un figlio meraviglioso come Filippo, che includeva la sua malattia e poi la sua morte; un progetto in cui però l’Amore supera la morte, l’Amore annulla la morte.

Vorrei però che sapeste che questo progetto si è realizzato non solo grazie a me e Anna ma attraverso il lavoro e la preghiera di tanti: amici e conoscenti o anche sconosciuti che da ogni parte, costantemente in questi anni, ci sono stati accanto, non ci hanno lasciato soli. E tra questi, soprattutto, ci siete  voi, voi di questa comunità.

Insieme è come se avessimo costruito un edificio, una casa per ospitare la nostra fede e proteggere la nostra famiglia, per salvarci dal baratro.

Col sacerdote che ha sposato me e Anna abbiamo gettato le fondamenta. Qui, in questa parrocchia, abbiamo costruito le mura, grazie a Don Salvatore, Don Mario, Don Stefano e agli altri sacerdoti. Con voi abbiamo costruito il tetto: è venuta la pioggia e il temporale ma noi siamo rimasti al caldo e all’asciutto.

E ora, Don Paolo (ce n’è anche per te!), ora alla nostra casa c’è da mettere le porte e le finestre…perché anche in questi giorni, lontani da quel temporale, gli spifferi non mancano e a volte sentiamo freddo. Per questo contiamo sul tuo aiuto e la tua guida!

Ecco, io e Anna vorremmo che in occasioni come quella di oggi non ricordassimo solo Filippo ma ricordassimo anche quanto è bella e salda la casa che insieme abbiamo costruito. Vorrei che salisse al Cielo il nostro “grazie”, perché il Signore ama in maniera speciale la nostra comunità, perché questa parrocchia è come quell’albero che dà frutto a suo tempo e le sue foglie non cadranno mai; tutte le sue opere riusciranno.

Vi ringrazio, di tutto cuore, perché io, Anna, Filippo, Francesco e Giovanni siamo frutti del vostro albero.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Siamo frutti del vostro albero

  1. Carissimi Stefano, Anna, Francesco e Giovanni, questo post mi fa piangere… ma vi ringrazio perché so che Filippo dimostra attraverso ognuno di voi e attraverso la famiglia tutta che la vita è eterna, che è vera anche quando i nostri occhi umani non vedono.
    Grazie di cuore! Smack! 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...