dalla tua bontà

di Anna Mazzitelli

In questi giorni duri, lunghi, lenti, di un novembre che ci è sempre stato nemico, e che adesso è ancor più ostile, sto cercando di trovare ragioni per sorridere, per essere grata, per poter dire ogni sera che qualcosa di buono c’è stato.
Non che non ci sia niente di buono, ma voglio fare uno sforzo in più per sottolinearlo, questo buono che c’è, perché in certi momenti è più facile dimenticarlo e crogiolarsi nella malinconia e nella tristezza.

Stasera, dopo una giornata piuttosto negativa, una persona alla quale avevo chiesto di pregare per me mi ha regalato una cosa, e voglio condividerla, perché lo so bene che non sono l’unica che sta male, che tutti, chi più chi meno, hanno le loro croci, e che per quanto a un osservatore esterno e disattento le croci degli altri possano sembrare leggere, ecco, credo che non lo siano mai.

Quindi quello che mi è stato regalato stasera, molto inaspettatamente e al tempo stesso molto efficacemente, lo dono a tutti quelli che in questo momento stanno tribolando.

“Immagino che siano giorni durissimi per te quelli che si avvicinano, e prego per te, e mentre prego mi viene in mente una cosa: San Francesco diceva di restituire tutto a Dio, perché tutto ciò che abbiamo lo abbiamo ricevuto, e tutto ha senso soltanto se è restituito.

Allora la mia richiesta è che mentre tu preghi, e durante l’Eucaristia, tu possa ricordarti di quelle parole che si dicono sulle offerte: <<dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo pane>>, che proseguono così: <<Lo presentiamo a Te perché diventi per noi…>>.
Allora prego che in questo tempo tu possa fare sempre tua questa preghiera, ci puoi metter dentro il nome che vuoi tu, tu sai qual è.

<<Dalla tua bontà abbiamo ricevuto… (tu lo sai), lo presentiamo a te…>> ed è il momento in cui tu ogni volta lo riconsegni nelle mani del Padre. Forse dovrai riconsegnarlo una volta per tutte, e poi saprai che si trova veramente nelle mani del Padre, e che tu lo potrai riavere, <<… lo presentiamo a te perché diventi per noi frutto di vita eterna>>.
Ti auguro questo in questo tempo”.

Grazie di cuore
(e continua a pregare, per favore, che ti viene particolarmente bene!)

Anna

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;dalla tua bontà

  1. Carissima Anna, carissima famigliola di Dio,
    quando penso a te, a voi, non posso non ricordare questo versetto:
    “Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore”. In tutto questo Giobbe non peccò e non attribuì a Dio nulla di ingiusto” (Gb 1, 21).
    Questo è quello che vedo e vi ringrazio ancora una volta per quello che testimoniate. Smack! 😀

    Mi piace

  2. In quei giorni in cui il Cielo sembra chiuso hai nostri occhi e anche alla nostra voce che come eco rimbalza al nostro cuore e sembra non più salire a Dio… Un Cielo fattosi cemento, che per quanto fasto sull’orizzonte sembra chiuderci inesorabilmente in un immenso sarcofago, in una tomba il cui destino è solo la consumazione e l’oblio, può esserci d’aiuto il richiamo di Cristo Gesù: «LAZZARO, VIENI FUORI!»

    E’ più di un “richiamo”, è un comando, è un imperativo…

    Esci, esci dalla tomba in cui ti stai chiudendo, esci dalle bende in cui ti sei avvolto credendo fossero bende che ti avrebbero protetto o sanato, bende della compassione che si fanno auto-commiserazione,dubbio, ansia, disperazione.

    Esci, che la pietra dal sepolcro è stata tolta, spezzata… la Luce entra e ti richiama a vita.

    Fuori dalla lirica, può essere utile e persino doveroso, riandare con la mente e con il cuore, ai nostri “memoriali”, a quei giorni, quei momenti, quelle occasioni, in cui l’Amore di Dio per noi si è manifestato… Ci ha sorretto soccorso commosso, commosso sino nel profondo.

    Una dolcezza, una sollecitudine, un abbraccio che ci ha lasciato senza parole, senza alcuna possibilità di “ricambiare”, di sdebitarci, perché invero né l’uno, né l’altra cosa potevamo fare se non forse benedicendo.

    Credo nessuno che si dica credente non abbia almeno un “piccolo grande” memoriale dell’Amore di Dio nel cuore, magari un po’ dimenticato, ma c’è, o non avremmo esperienza alcuna dell’Amore di Dio da testimoniare e allora in cosa potremmo dire di credere?

    Facciamo quindi questo salutare, santo esercizio di “memoria spirituale” che torna a farsi concreto nella nostra vita – che “memoriale” non è solo “far memoria” e vedremo uno spiraglio aprirsi, il cuore sciogliersi, il cemento di quel Cielo grigio cemento sgretolarsi.

    Le nostre ansie, paure, dubbi, fatiche, rabbie anche… contrarietà, sfiducia verso Dio, sciogliersi nel dono delle lacrime, lacrime di gratitudine, perché tutto ci è donato, nulla ci è dovuto.

    “E’ proprio vero Padre, che mi ami, come potevo averlo dimenticato? Come posso aver dubitato?
    Scambiato questa tempesta come la fine di tutto, quando è tuo Figlio Gesù Cristo che sta qui sulla mia barca con me, seppure ai miei occhi sembra assopito.

    Quando ha dato la sua vita per me, quando gli ero nemico…

    Grazie Signore perché anche questo combattimento di oggi, questo cielo cupo è un tuo dono, perché se la luce pur splende nel meriggio, la vediamo come vera benedizione solo quando squarcia le tenebre della notte!”

    Liked by 2 people

    • Ciao, mi chiamo Paola, vi ho conosciuti tramite Facebook e la vostra storia mi ha molto colpita. Dato che questo blog è intitolato Piovono miracoli, e oggi è anche la giornata dei bambini prematuri, volevo raccontarvi la mia esperienza. L’anno scorso il mio nipotino Leonardo, primo figlio di mia sorella è nato alla 25 esima settimana di gestazione, pesava 800 grammi, Non c’erano molte speranze…. Oggi è un bel bambino di 18 mesi, sta bene e va anche al nido. Un abbraccio, prego per voi. Paola

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...