Comunione sì o no?

Premessa: sì, metto le mani avanti… Quello che segue ha carattere assolutamente soggettivo, riguarda il mio personale rapporto con Gesù Cristo, e non vuole affatto essere una esortazione a comportarsi in un certo modo né una presuntuosa attribuzione di una scala di importanza tra le diverse parti della liturgia. Sono solo considerazioni senza pretesa, e la loro validità lascia il tempo che trova.

Diversi anni fa giravo per Roma con un mio amico/collega per una commissione di lavoro. Capitiamo davanti a una chiesa, dalle parti di Piazza Vittorio, decidiamo di entrare e ci troviamo appena prima del momento della distribuzione della comunione, alla fine della messa.

Il mio amico, senza esitare, mi dice di mettermi in fila, e io lo seguo, trascinata dalla sua sicurezza e senza averci riflettuto. Riceviamo l’Eucaristia, aspettiamo la fine della messa e poi usciamo.

Mi è capitato ancora, qualche settimana fa, in giro per Roma con gli amici di Treviglio, di entrare a Santa Maria del Popolo durante la messa, al momento del “padrenostro”. Volevamo vedere i quadri di Caravaggio, ma non si poteva arrivare alla cappellina, perché c’era la messa, e ce ne sarebbe stata un’altra subito dopo. Così siamo usciti un po’ delusi.
Questa volta non ho fatto la comunione, ma ho suggerito a uno di loro di farlo, così alla fine della fila si sarebbe trovato proprio in prossimità della cappellina in fondo, nella navata sinistra, e forse sarebbe riuscito a vedere i quadri.

Conosco la regola che dice che per fare la comunione bisogna aver preso parte all’intera messa. Mia nonna Rosa diceva che la messa “è presa” se arrivi che il sacerdote ancora non ha scoperto il calice (quindi prima dell’offertorio).
Qualcuno dice che bisogna arrivare almeno in tempo per ascoltare il Vangelo.
Il nostro Don sostiene che la messa va vissuta e partecipata per intero, perché liturgia della parola e liturgia eucaristica non possono essere separate e non si può prescindere da una delle due. È quello che cerchiamo di fare sempre.

Altro, però, è trovarsi in giro, entrare in una chiesa, magari solo per visitarla o per riposarsi un po’, e capitare proprio al momento della distribuzione della comunione.

Non ci sono andata con l’intenzione di arrivare tardi, non lo faccio per abitudine, cerco sempre di arrivare prima dell’inizio della messa, ma se entro in una chiesa e lì c’è Gesù, sull’altare, e so che posso riceverlo dentro di me, con tutto quello che comporta… beh, mi sentirei davvero ingrata a non farlo perché non ho partecipato alla liturgia della parola!

Mi viene in mente una ragazza che si prepara per uscire con il suo fidanzato, e in vista dell’appuntamento sceglie i vestiti, si profuma, si trucca e si lava i denti. Bene. Ma se il fidanzato in questione si presentasse sotto casa sua senza aver avvisato, per farle una sorpresa, magari con dei fiori (o, meglio, dei cioccolatini), mi chiedo, lei non lo abbraccerebbe, non lo bacerebbe, solo perché è stata presa alla sprovvista e non ha avuto il tempo di lavarsi i denti?

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;Comunione sì o no?

  1. Il finale del post è favoloso!
    Ti dico la mia convinzione, sperando di non essere “fuori” da quello che chiede la nostra madre Chiesa…
    Se arrivo tardi a Messa volutamente o per distrazione o per negligenza (grazie a Dio sono anni che non mi capita)… non ricevo la Comunione… Ma se è una cosa che ho faticato a fare e desiderato molto ma impossibilitata o se, come nel tuo primo caso è uno di quei doni che il Signore ogni tanto fa… considero valida la Comunione ma non la Messa. Abbiamo la possibilità di ricevere l’Eucarestia anche al di fuori della Messa? Ovviamente preparati? Mi è capitato un paio di volte… ho pensato, chiesto al Signore se era il caso… poi, visto che ero nella pace, mi sono messa in fila: è stata una gioia! Dopo, appena ho potuto mi sono letta le Letture. Adesso le leggo al mattino appena alzata ma a quei tempi non lo facevo.

    Mi piace

  2. Come sempre bellissima riflessione..capita anche a me in giro per lavoro nel Lazio di entrare in Chiesa e pensare se posso prendere parte al rito dell Eucarestia.

    Mi piace

  3. Secondo me Gesù guarda al cuore ed al grado di amore e di desiderio che si ha di Lui. Personalmente non avrei consigliato agli amici di fare la comunione per avere la possibilità di vedere dei quadri.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...