Non giudicare, avere fiducia.

Link alle Letture della XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)

1Re 17,10-16   Sal 145   Eb 9,24-28   Mc 12,38-44

Commento alle Letture della XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)

di Don Stefano Cascio

All’inizio del Vangelo che abbiamo letto oggi Gesù parla degli scribi e dei farisei.

E’ un po’ come nei cartoni animati, in cui ci sono i buoni e i cattivi, anche nel Vangelo ci sono i cattivi che sono gli scribi e i farisei.
Che cosa dice Gesù di loro?
Dice che vanno in lunga veste, si mostrano a pregare per lungo tempo, solo per farsi vedere, ma poi dentro di loro non vivono quello che manifestano con apparentemente.

Poi Gesù si sposta nel Tempio e va davanti al tesoro, dove la gente va a buttare delle monete.
La gente andava al tempio e buttava nel tesoro delle monete. Il Vangelo racconta che uomini ricchi andavano e buttavano tante monete, che fanno tanto rumore.

Poi arriva una vedova.
Che cos’è una vedova?
E’ una donna che ha perso il marito. Le vedove e gli orfani erano le persone considerate più deboli, quindi è importante che il Vangelo ci dica che era una vedova, perché ci fa capire che era una persona considerata debole, che era in grande difficoltà.

La vedova mette nel tesoro due monetine, pochissimo, ci dice Gesù.

Ora Gesù si gira verso i suoi discepoli e dice una cosa importante: dice che la vedova ha buttato tutti i suoi soldi, quindi tutta la sua vita, mentre i ricchi, che avevano buttato nel tesoro più soldi, in realtà avevano buttato solo il loro superfluo.

Che cosa significa “superfluo”?
Il superfluo è quello che c’è in più, che non serve.
Invece la vedova di quei soldi aveva bisogno per mangiare.

Se noi guardiamo questa scena ci sembrava all’inizio che i ricchi avessero dato di più.
Se guardiamo alla quantità di denaro ci sembra che i ricchi mettano di più, invece Gesù dice: “No, l’offerta della vedova vale di più”.

Vi faccio un altro esempio: guardate questa figura, cosa vedete?

facevase.630x360

Un calice, oppure due facce. Qualcuno potrebbe vedere solo un vaso e qualcun altro due volti, vedete?

Pensate una cosa: quando vediamo una persona, la guardiamo con certe idee che ci siamo fatte di quella persona.
Allora io potrei vedere in una persona un vaso, e qualcun altro potrebbe vedere nella stessa persona due volti.

Noi così giudichiamo le persone.

Allora Gesù ci insegna: state attenti, guardate bene le cose, perché altrimenti potreste vederne solo una parte.
E’ molto difficile giudicare una persona perché non sappiamo niente di lei.

Gesù ci insegna a guardare bene.

Ma il gesto della vedova ci fa riflettere anche su una seconda cosa: lei dà tutto, cioè lei ha fiducia di Dio.

E noi?

Noi, più cresciamo, meno abbiamo fiducia in Dio. Come è possibile questo?
Vedete, Gesù è venuto sulla terra a insegnarci una cosa importantissima: che noi Dio lo dobbiamo chiamare Padre.
Papà, anzi ci dice: Abbà, Papà.
Ci insegna che la relazione tra noi e Dio è una relazione filiale, da padre a figlio, e quindi di fiducia.

In chi ho più fiducia se non nei miei genitori? E i miei genitori hanno però dei limiti, non sono perfetti.
Pensate alla relazione che noi dobbiamo avere con Dio che è amore assoluto, che è l’amore sicuro.

Allora questa vedova ci insegna due cose: la prima è che dobbiamo stare attenti al modo di giudicare, la seconda è che lei ha avuto pienamente fiducia.

Quindi noi dobbiamo guardare la nostra vita perché spesso vogliamo tenere le redini della nostra vita, con quanta difficoltà lasciamo Dio guidare la nostra vita!

Allora chiediamo questa mattina al Signore di aiutarci a mollare, a lasciare Lui guidare la nostra vita, chiediamogli di riuscire a dare a Lui la nostra fiducia.

Amen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...