Là dove è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore

Link alle Letture della XXVIII Domenica del tempo ordinario (Anno B)

Sap 7,7-11   Sal 89   Eb 4,12-13   Mc 10,17-30

Commento alle Letture della XXVIII Domenica del tempo ordinario (Anno B)

di Don Stefano Cascio

Rimango sempre sorpreso dai piccoli regali che ci fa il Signore nella nostra vita: quando è iniziato il Sinodo, poche settimane fa, il Vangelo della domenica era proprio sul matrimonio. Oggi che noi iniziamo il nostro cammino dell’oratorio, degli scout, tutta la vita pastorale sta riprendendo, il Signore ci dà delle letture per farci riflettere su dove vogliamo andare.

Se voi avete ascoltato bene, la prima lettura ci parla di una Sapienza. Una Sapienza, ci dice la prima lettura, che è “più bella di una gemma inestimabile perché tutto l’oro al suo confronto è come un po’ di sabbia, come fango sarà valutato di fronte a lei l’argento, l’ho amata più della salute più della bellezza”.

Allora che cos’è questa Sapienza, che cos’è questa cosa che è più importante di tutto, anche della salute, anche della bellezza? Che per noi, quando chiediamo a qualcuno: “Per tuo figlio cosa vuoi?” la risposta è: “La salute”

Invece qua c’è qualcosa di ancora più grande. E che cos’è?

Gesù ci risponde nel Vangelo, perché abbiamo questa domanda straordinaria di questo ragazzo, quello che chiamiamo “il giovane ricco” che va verso Gesù e dice: “Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?”

E Gesù gli dice: “Rispetta i comandamenti” e gli dice alcuni dei dieci comandamenti.

E lui risponde: “Ma io, Maestro, questo lo faccio già, io già vivo così”.

Gesù lo guarda, lo fissa, e lo ama.

E’ un po’ come voi che venite adesso al catechismo, che iniziate di nuovo il vostro anno scout, che iniziate tutti un nuovo anno, Gesù vi fissa e vi ama, perché ama le persone che si mettono in cammino, che fanno una strada.

Però Gesù chiede una cosa molto importante a questo giovane ricco. Gli dice: “Vendi tutto, e poi vieni e seguimi.”

Perché?

C’è un brano della scrittura che dice: “Là dove è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore” (Mt 6,21).

Cosa significa?

Se io vivo per accumulare i soldi, io penso solo ai soldi e il mio cuore batte solo per i soldi, e se non mi va bene, se perdo i soldi, io perdo anche la mia vita, non va bene, sono depresso. C’è tanta gente che vive così.

Se io vivo per la salute, quando avrò un problema, perché certe volte succede, finisce tutto.

Se il mio tesoro sta nella bellezza fisica, quando comincio a invecchiare e compaiono le rughe, comincio a fare delle operazioni per tirare, ma poi il tempo passa comunque e io sono depresso, sono depresso perché il tempo passa e me ne rendo conto che sto invecchiando. Si può vivere così?

No!

Allora dove dobbiamo mettere questo tesoro? Dove è il nostro cuore? Dove vogliamo andare?

La domanda del giovane ricco era buona.

La vita eterna.

Io devo lasciare tutto per l’orizzonte che sta lì, la vita eterna. Se io mi occupo solo della piccola vita che ho qui, non mi rendo conto che c’è qualcos’altro.

Don Stefano fa entrare un chierichetto con una lunga corda bianca, che ha un’estremità rossa. Lui tiene in mano la parte rossa, che è molto corta, mentre la parte bianca è lunghissima e arriva in fondo alla Chiesa.

Questa è la nostra vita, vedete? La parte rossa è la nostra vita sulla terra. Si nasce, si va a scuola, ci si sposa, si lavora, si hanno figli, nipoti, e poi un giorno si muore. Ma la vita finisce? No, perché inizia la parte bianca, la vita eterna, che è molto più lunga di quella rossa.

Link al video della corda.

Quando si muore la vita finisce? No. La vita è eterna.

Noi passiamo un tempo infinito a pensare alla vita terrena, alla parte rossa della corda. “Gli devo far fare inglese, spagnolo, latino, matematica, chimica” perché tutto questo è importante per la vita terrena ma tutto il resto?

Tutto il resto della vita ce la dimentichiamo? E’ la parte più importante, ma a noi interessa solo la parte rossa della corda, la vita terrena, tutto il resto non ci interessa.

Ecco quel cammino che vogliamo fare con i vostri figli, il cammino che vogliamo proporre: capire dove sta l’orizzonte della nostra vita, perché questo dà il senso alla nostra vita. Quando il Signore ci dice di costruire già da adesso il Regno dei Cieli vuol dire che già qui, nella vita terrena, devo iniziare a preparare questa vita che ha un inizio ma non ha una fine, perché noi siamo nati e non moriremo mai più.

E noi cristiani in questo ci crediamo, ci crediamo fin dal nostro battesimo, perché sennò siamo qui a non fare niente, possiamo uscire. Ma questo Cristo che ha dato la vita per noi è morto ed è risorto, e di questo noi ne siamo sicuri, ed è questa sicurezza che noi daremo ai vostri bambini ed è questa sicurezza che noi chiediamo a voi di testimoniare.

E’ questa la nostra vita. E’ questo l’orizzonte.

Ecco perché c’è gente che testimonia la serenità, la gioia anche nei momenti difficili, e la nostra comunità parrocchiale questo l’ha vissuto. L’ha vissuto.

Quando una mamma mi scrive un messaggio dopo il funerale del marito e mi dice: “Comunque oggi è stata una bella giornata”, voi direte “questa è matta”. No, perché l’ha vissuto in una maniera ben precisa, l’ha vissuta aprendo il Cielo. Ha capito che qualcos’altro c’è.

Quando il funerale di un bambino diventa una festa qui in chiesa, e noi l’abbiamo vissuto, significa che c’è qualcos’altro.

E’ qua che noi tocchiamo con mano cosa significa la speranza. Fede, Speranza e Carità, sono i tre punti su cui noi viviamo la nostra vita. Fede, Speranza e Carità: ecco l’orizzonte che abbiamo davanti, questo è il senso che noi vogliamo dare alla nostra vita.

Amen

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;Là dove è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore

  1. Pingback: Perdere per ritrovare | Piovono miracoli

  2. Pingback: Coraggio! Àlzati, ti chiama! | Piovono miracoli

  3. Pingback: Beati voi | Piovono miracoli

  4. Pingback: La speranza | Piovono miracoli

  5. Pingback: Ogni volta che cado, Cristo mi tira sù. | Piovono miracoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...