Le cinque C

Link alle Letture della XXII Domenica del tempo ordinario (Anno B)

Dt 4,1-2.6-8   Sal 14   Giac 1,17-18.21-22.27   Mc 7,1-8.14-15.21-23

Commento alle Letture della XXII Domenica del tempo ordinario (Anno B)

di Don Stefano Cascio

Gesù è il primo a toccare l’impuro, è il primo ad avvicinarsi a chi è messo da parte, è il primo a parlare a chi non ha diritto di parola. E in questo brano del vangelo Gesù e i suoi discepoli vengono criticati per il loro modo di vivere, criticati per piccole pratiche esteriori. E allora Gesù ci ricorda che facilmente possiamo anche noi avere un cuore di pietra, un cuore indurito, un cuore lontano da Dio.

Gesù usa questa parola di Isaia:

“Questo popolo mi onora con le labbra ma il suo cuore è lontano da me” (Is 29,13).

Questa forse potrebbe essere anche la nostra assemblea, potrebbe essere la nostra vita di preghiera, di cristiani.

Non ci succede mai a noi di recitare una preghiera sovrappensiero? Di assistere a una Messa e di uscire senza ricordarci più neanche quale fosse la parola di Dio quel giorno? Non ci è mai successo di vivere la relazione con il Signore che non sia una vera relazione?

Gesù ci ricorda che l’impuro viene da noi, che la creazione è bella: Dio vive e tutto era bello e buono, era cosa buona, la terra, il cibo, l’uomo, la sessualità, il nudo, tutto è bello per Dio.

Purtroppo, lo sappiamo, siamo noi a rendere le cose brutte, siamo noi a rendere le cose impure, ce lo dice il Signore oggi.

Allora il Signore ci invita ad avere il cuore libero di amare, come ce l’ha chiesto lui.

Ci sono cinque C del cristiano, che noi dobbiamo cercare di applicare:

Conoscenza, Carità, Comunione, Comunicazione, Coerenza.

Per essere cristiani bisogna saper vivere queste cinque C.

Conoscenza: come faccio ad amare il Signore se non lo conosco? Sono chiamato a leggere la parola di Dio, a sentirla, ad ascoltarla, per poter conoscere sempre di più quello che il Signore è e vuole da me. La conoscenza è importante.

Carità, perché il Signore cerca di farmi vivere nella carità, mi chiama a vivere nella carità.

Comunione: la Chiesa esiste perché viviamo questa comunione con Dio e con gli altri.

Comunicazione: sono chiamato a comunicare quello che il Signore mi ha detto, quello che sto vivendo, la mia relazione con il Signore. Non la posso tenere per me, la devo comunicare agli altri.

E infine un ultimo punto, Coerenza, ed è quello che oggi il Signore ci chiede, la coerenza. Non posso da una parte dire che sono cristiano e non viverlo.

E questo è il grande problema di oggi: se nel mondo occidentale i cristiani non stanno evangelizzando è semplicemente perché non vivono con coerenza quello che il Signore ha chiesto.

All’inizio del cristianesimo, in parti del mondo che adesso sono in guerra, come la Siria (ricordiamo che questi non sono paesi musulmani, sono i primi paesi cristiani), bene lì si evangelizzava perché la gente vedeva come vivevano i cristiani.

Guarda come vivono, guarda come si amano.

Se oggi noi non riusciamo più a evangelizzare è semplicemente perché noi non siamo più coerenti.

Ecco perché la parola di oggi del Vangelo è così importante, perché ci richiama a questa ultima C: la Coerenza.

Questo vale per tutti, eh, anche per me.

C’è una storiella di uno che va a Messa e rimane estasiato dalle parole del prete, dall’ambone, rimane proprio a bocca aperta. Poi però dice: “quando lo vedo vivere… sono più tranquillo”.

Così è la nostra vita, spesso manca la coerenza. Diciamo questo ma poi non lo viviamo.

Allora il Signore ci ricorda di stare attenti: è bene andare a Messa, è bene fare la comunione, è bene pregare, ma attenti al nostro cuore, deve essere coerente con le parole che diciamo e affermiamo in questa Chiesa.

Allora le ripeto queste cinque C del cristiano, perché ce le ricordiamo bene:

Conoscenza, Carità, Comunione, Comunicazione, Coerenza.

Cerchiamo di camminare per diventare veri cristiani come il Signore ci chiede.

Amen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...