Tu

di Anna Mazzitelli

Ciao tu, che oggi avresti compiuto nove anni, che sei nato in un pomeriggio estivo mentre fuori grandinava, e che il giorno del tuo compleanno pioveva sempre.

Ciao tu, che chissà dove sei e che sei sempre vicino a me, che certe volte riesco a sentire il tuo odore, il tuo respiro, i tuoi sbuffi e i tuoi sorrisi.

Ciao tu, che quando ti dicevo che avevo un’urgenza correvi a darmi un bacio, e mi sommergevi di amore, tanto che mi deve bastare finché non ci incontreremo di nuovo.

Ciao tu, che amavi l’arancione, e ogni cosa arancione che vedo mi parla di te.

Ciao tu, che eri intelligente, e comprendevi le cose, e volevi sapere tutto, e facevamo discorsi da grandi, ma he poi eri il mio piccoletto, e avevi bisogno di coccole e di rassicurazioni.

Ciao tu, che ti fidavi di me, e non eri capace di dirmi di no.

Ciao tu, che accarezzavi il nostro gatto, e non volevi che uccidessi le formiche e i ragni, e che ti stupivi davanti al mondo, alla natura e al bello.

Ciao tu, che rimproveravi i tuoi fratelli e ti lamentavi sempre di loro, ma poi senza di loro non ci sapevi stare.

Ciao tu, che io e te eravamo un’unica cosa, e adesso mi manca un pezzo, e devo ancora imparare a vivere senza.

Ciao tu, che mi hai insegnato come si prega, come si spera, come si accetta e come si ringrazia.

Ciao tu, che so che non mi lascerai sola, e che non mi lascerai essere triste, e che farai in modo che riesca a smettere di piangere, in questo momento, mentre scrivo, che non vedo più la tastiera, e mi farai ricordare di una cosa che mi farà sorridere.

Ciao tu, che l’hai appena fatto. Grazie.

Ciao tu, ti voglio bene.

Mamma

Annunci

13 risposte a "Tu"

Add yours

  1. Ciao Filippo, ciao Anna e Stefano sono tornato da pochi minuti a casa. Ho partecipato insieme a tutta la famiglia alla festa di fine anno che le due catechiste di mio figlio Francesco hanno organizzato in oratorio. Durante la serata sono stato raggiunto dal vice parroco Don Saverio che ha fatto a me e Fabiana una proposta che ci ha lasciati felicemente sorpresi : ci ha chiesto di diventare catechisti, di prendere un gruppo di bambini che iniziano ad ottobre il triennio che li porterà alla prima comunione…sono emozionato, onorato, sorpreso. Ho accettato, e con me mia moglie Fabiana che mi aiutera’. Faremo coppia credo, dalla prossima settimana inizieremo un percorso preparatorio. Non so se la vostra famiglia ha a che fare con tutto questo, di certo vi ho pensato molto perché per me, dal 21 novembre, giorno della festa di Filippo che saliva al cielo, qualcosa e’ cambiato. Oggi (e’ passata la mezzanotte), alla luce di questa proposta che mi ha felicemente “scombussolato”, sarà significativo tornare nella vostra parrocchia. Luogo dove ho iniziato a vedere con altri occhi la Pasqua del Risorto. Grazie. Grazie. Grazie.

    Liked by 1 persona

  2. Ho letto ora, scoprendo questo messaggio che parla di amore, in un soleggiato pomeriggio dove però mentre leggevo una nuvola ha deciso di lasciare traccia di se con un acquazzone. Qualche minuto, solo per donarci quell’odore di terra,, di erba bagnata, di estate. Nessuna barriera fra terra e cielo nella comunione dei Santi ed un bambino felice che ha detto anche a me che il Cielo è presente. Grazie.

    Liked by 1 persona

  3. Sono appena tornata da Loreto. Non avevo ancora letto il post.
    Premetto che stamattina ero un po’ dispiaciuta di non abitare a Roma, come sempre mi succede quando c’è qualcosa dove vorrei essere presente… a Roma.
    Dopo aver “fatto tutto”, tornandomene verso il punto d’incontro con amici miei “taxisti” ho notato in terra, in un angolo, vicino a un portone un piccolissimo cuore di carta… arancione. Un cuore di carta ritagliato con le forbicine, fatto a mano.
    Istintivamente ho pensato: “Grazie, Filippo!”. L’ho preso come un suo bacio. Lui sa che avrei voluto festeggiare il suo compleanno con tutti voi.

    Liked by 1 persona

  4. Grazie Anna per aver condiviso con noi questa lettera meravigliosa….piena d’amore
    …grazie….Filippo era un bambino davvero speciale ma anche tu e Stefano lo siete…una famiglia da cui imparare tanto…sempre…in ogni gesto…ogni pensiero…grazie!

    Liked by 1 persona

  5. Ciao Anna!
    Porto un po’ del Tuo peso e porto un po’ della Tua… leggerezza.
    Sono con Te. Maurizio
    “Quanto più a fondo ti scava il dolore tanto più amore potrai contenere.”

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

TOKALON MATEMATICA

Didattica della Matematica

Emozioni: idee del cuore

Raccontare le emozioni, attraverso il battito del cuore, perché la felicità è nascosta ma se troviamo la bussola scopriamo la strada giusta

Immaginiluoghieparole

Alcune prima, altre dopo...

Breviarium

si qua virtus et si qua laus

Capriole cosmiche

di Annalisa Teggi

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

lavitasempreintorno

cosa è la vita, se non amarsi?

Una casa sulla roccia

Cercando il vero, il buono, il bello...

Andrea Torquato Giovanoli

L'angolo del BarbaBabbo

Ratei passivi

Dinamiche interpersonali, di coppia, sociali

La fontana del villaggio

diario di un curato di città

Il blog di Giorgia Petrini

Credo in un solo Dio. Su tutto il resto pongo domande.

TRENTAMENOUNO

...Ancora un passo avanti...

paolabelletti

Vivo, penso, scrivo, posto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: