Lettere per il cielo

Esattamente due mesi fa, alle ore 14, io, Anna e i bambini entravamo in chiesa per dare l’ultimo saluto a Filippo: in maniera un po’ inaspettata anche per noi ne nacque una festa meravigliosa. Come in tutte le feste, ci fu la musica e i canti, ci furono i sorrisi e qualche lacrima; ci furono i palloncini e…ci fu anche un “discorso” finale.

Il giorno precedente ricevemmo molte attestazioni di affetto, alcune parole meravigliose da parte del nostro amico Vincenzo, una poesia e una lettera.

Decidemmo che la poesia contenesse le parole giuste e la “musica” appropriata per concludere quella festa: come discorso finale (dopo alcuni miei doverosi ringraziamenti) sarebbe stata perfetta.

Nel nostro cuore però, durante la festa, c’era anche quella lettera. Era stata scritta da mio zio, ormai non più giovane ma ancora fieramente in lotta contro i guai della vita, quando ha saputo che a Filippo sarebbero rimasti solo pochi giorni.

Credo che quest’oggi, alle 14, tornerò qui a leggerla.

di Mauro Piermattei

Caro Filippo,

ho voluto scriverti questa lettera per esprimerti le mie emozioni (che sono anche il mio Credo), le emozioni che in questi ultimi anni hai fatto vivere a me e a tutte le persone che ti hanno voluto bene.

Per prima cosa voglio ringraziarti. Ringraziarti perché ci hai insegnato il significato delle parole SOFFERENZA-SOPPORTAZIONE-SACRIFICIO nel loro senso più sublime, che non ha niente di terreno.

Poi voglio chiederti perdono: perdona me e tutte le persone che, a volte nel dolore, altre nella gioia, ti hanno seguito con il pensiero, le parole, le azioni, le preghiere.

Perdona le persone che con la scienza, con dolore, sacrificio, sofferenza, fino all’inverosimile hanno cercato di trattenerti fra noi, per puro amore che, per quanto grande possa essere stato, era pur sempre amore terreno.

Non ci siamo resi conto che il Signore, da subito, ti aveva vestito con la sua Grazia Celeste e messo le ali degli Angeli. Ti ha lasciato fra noi per tutto questo tempo per farci gioire della tua presenza, dandoci un esempio Divino, ma soprattutto per renderti più forte nella sofferenza e poter entrare così, a pieni voti, nel suo Esercito degli Angeli.

Ti chiediamo perdono anche per questo.

Ora che sei davanti al Signore, pregalo di aiutarti a vegliare e proteggere i tuoi fratellini, i tuoi cuginetti e pregalo di allontanare dai tuoi genitori dolori e sofferenze, affinché possano ritrovare e vivere quella serenità che meritano e che hanno conquistato ampiamente.

Sia fatta la volontà di Dio; Lode a te o Cristo.

Buon volo verso il Cielo, Creatura Celeste!

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Lettere per il cielo

  1. Pingback: Per nonno Davide | Piovono miracoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...