Fiat voluntas tua

Virgilio è il papà di una nostra cara amica. Ha superato da un po’ i 70 anni; sposato, ha avuto 4 figli di cui una inaspettatamente nata al cielo che non aveva ancora 3 anni. Virgilio è una persona semplice, ma che sa tenere il timone della sua barca quando è nella burrasca; viene da un tempo e un mondo che sembrano lontani ma che hanno davvero ancora molto da insegnarci; quel tempo e quel mondo, tutt’altro che scomparsi, in cui si ha rispetto per il dolore, si riconosce senza titubanza alcuna la dignità della vita e si conserva il coraggio di affrontarla anche nei momenti più duri; un tempo e un mondo in cui ci si esprime con la forma che questi nobili sentimenti meritano.

Abbiamo conosciuto lui e sua moglie Assunta pochi giorni dopo l’ultima festa di Filippo sulla terra; loro conoscevano la storia di Filippo, tramite la loro figlia Donatella, nostra amica e hanno pregato molto per lui e per noi in questi anni. Quando gli strinsi la mano, quel giorno, mi disse che per Filippo non avremmo dovuto recitare l'”Eterno riposo” ma un “Gloria al Padre”: a Filippo non serviva una “spinta” per arrivare al cospetto di Dio, lui era già lì e dovevamo gioirne.

Alcuni giorni dopo, Virgilio ci ha fatto recapitare questa lettera.

Roma, 27 novembre 2014

Per Anna e Stefano

Lo “scripta manent” sempre preferito al “verba volant”.

Finora però incapaci di far uso di tale forma per lo sconcerto suscitato in noi l’aver appreso da Donatella, nostra figlia e vostra amica, la recente dipartita, dopo estenuante malattia, del vostro piccolo Filippo, benché vostra la esternazione di aver coraggiosamente convertito sì grande dolore in gioia, grazie a principi di fede cristiana, in tal senso in voi radicati e, con entusiasmo, trasmessi a Filippo.

L’usato comportamento, ammirevole per noi, che reduci nel passato di simile e insolito accaduto, sia motivo di imitazione per non credenti con il pronunciare anch’essi, in momenti toccanti, quel “fiat voluntas tua” usualmente volto da altri al Creatore, operante, nel mistero, il bene di tutti.

(Virgilio e Assunta)

lettera papà di Donatella

4 risposte a "Fiat voluntas tua"

Add yours

    1. Conosco i genitori di Donatella che è stata la testimone di nozze al nostro matrimonio. È vero Stefano sembrano venire da mondi lontani ma lontano è spesso il mondo d’oggi senza rispetto per la vita umana ,tutto urlato,tutto spettacolo.
      Ecco perché la semplicità di Dio diventa sempre più attuale ..non servono parole ..serve il verbo di Dio

      Piace a 1 persona

      1. Conosco personalmente questi due nonni così speciali. Loro che hanno conosciuto in prima persona l’esperienza della malattia, loro sempre con il sorriso.
        Virgilio, uomo d’altri tempi!
        Assunta, donna di coraggio e dignità.
        Voglio molto bene ad entrambi.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Anna Vercors

Che val la vita se non per essere data? (P. Claudel)

"Semplicemente insieme" Lucetta

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà

Polar adventures

Flavia & Cecilia: 40 giorni in antartide

La mia pasticceria

"Non c'è nessun dolce che può accontentare il palato se non è raccontato."

Emozioni: idee del cuore

Raccontare le emozioni tra le pareti della Sala Operatoria e della mia vita.

Immaginiluoghieparole

Alcune prima, altre dopo...

Breviarium

si qua virtus et si qua laus

Capriole cosmiche

di Annalisa Teggi

Una casa sulla roccia

Cercando il vero, il buono, il bello...

Ratei passivi

Dinamiche interpersonali, di coppia, sociali

La fontana del villaggio

diario di un curato di città

Il blog di Giorgia Petrini

Credo in un solo Dio. Su tutto il resto pongo domande.

TRENTAMENOUNO

...Ancora un passo avanti...

paolabelletti

Vivo, penso, scrivo, posto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: